Da circa duecento anni abbiamo assistito ad una sempre più crescente immigrazione italiana in Gran Bretagna con particolare riferimento alla città di Londra. Nel corso degli anni si potevano contare a migliaia gli italiani che si erano stabiliti per le vie di Clerkenwell e Farrington, in una zona comunemente denominata “Little Italy”. A partire da Giuseppe Mazzini sino ad arrivare a Fabio Capello, un esercito di uomini e donne, cuochi artigiani, operai, avvocati, uomini d’affari e conduttori di autobus, é arrivata ed ha lasciato un marchio indelebile nella vita e nella storia di questo paese e della sua capitale.

Ma se da un lato Londra ha offerto molte opportunità, essa ha rappresentato anche un ambiente alquanto ostico, considerando anche il fatto che le ondate di immigrazione successive non si componevano solo d personaggi famosi (top chefs e calciatori) .Infatti molti italiani, soprattutto giovani hanno trovato grandi difficoltà nello stabilirsi, se non addirittura sopravvivere in questa enorme metropoli, talvolta poco ospitale.

L’associazione del St. Peter’s Project, la cui sede é situata presso l’omonima chiesa italiana, ha appunto il compito principale di aiutare queste persone.

Chi siamo e cosa facciamo
Saint Peter’s Project Chiesa Italiana a Londra Padre Carmelo di Giovanni, Parroco della Chiesa italiana di S. Pietro (St. Peter’s Italian Church) a Clerkenwell ha portato avanti questa missione a beneficio della vasta comunità italiana a partire dai primi anni settanta. Il “progetto”, é stato ufficialmente registrato come una “Charity” nel 2001.
Oggi l’associazone del St. Peter’s Project si costituisce di un gruppo di persone che lavorano con italiani o comunque membri della nostra comunità italiana basata a Londra, i quali hanno bisogno di aiuto.
In particolare l’associazione rivolge il suo aiuto a determinate categorie di persone, che presentano le seguenti problematiche:

permanenti problemi di dipendenza da droga o alcool
gravi problemi di salute mentale o fisica
emarginazione (senza fissa dimora, senza impiego, ex-carcerati, in fase di reinserimento dopo problemi di droga)
Il tipo di aiuto che l’associazione può offrire é il seguente:
Oltre a prestare il necessario aiuto in casi di emergenza nel breve periodo, l’associazione SPP’s ha anche il compito specifico di aiutare le persone ad aiutare se stesse, per poter così aiutare ciascuno la propria famiglia contribuendo alla coesione della famiglia stessa. Alla base di questo principio, sta la consapevolezza che la comunità italiana di Londra é costituita non solo da quegli italiani che vengono la domenica alla messa, ma ,più in generale, da tutti gli italiani qui presenti, nel pieno rispetto del loro credo e delle loro idee.

Consueto appuntamento del giovedì sera: “l’accoglienza”
Saint Peter’s Project Chiesa Italiana a Londra L’impegno del progetto dell’associazione SPP’si concretizza principalmente nelle serate di accoglienza che hanno luogo presso “the Holy Cross Centre” nei pressi di King’s Cross, momento fondamentale per l’intero progetto. Questi momenti costituiscono un’opportunitàdi incontro per gli italiani a Londra; un pasto caldo, il calore dell’amicizia, un ambiente cordiale ed accogliente lontano dal gelo della strada. Oltre ai pasti caldi si offrono anche TV, giornali italiani, possibilità di ottenere consulenze , aiuti con la ligua inglese e l’occasione per un ‘esperienza di preghiera e meditazione.
In breve, gli appuntamenti di “accoglienza” del giovedì sera, costituiscono un’occasione per aiutare gli elementi più vulnerabili della comunità italiana di Londra

Aiuto agli italiani in prigione
Saint Peter’s Project Chiesa Italiana a Londra E’ sorprendente e addirittura preoccupante il gran numero di italiani in prigione a Londra e nel resto del Regno Unito. Molti finiscono in galera per furti legati al problema della droga. Molti di questi, sono giovani uomini la cui vita in galera é complicata dal fatto di non parlare bene la lingua inglese.
Padre Carmelo e Padre Riccardo, grazie alla loro collaborazione con il consolato italiano, sono stati in grado di mantenersi in contatto con gli italiani giovani e meno giovani in prigione a Londra ; Padre Carmelo celebra anche regolarmente una messa in prigione. L’aiuto dell’associazione SPP’s a queste persone non é stato solo finanziario, ma si cerca anche di rimanere in contatto con le loro famiglie ed amici in Italia. Ma sicuramente, più d’ogni altra cosa la presenza di Carmelo e Richard é stata fonte per queste persone di grande supporto morale e di incoraggiamento.

Il nostro lavoro nel 2009
In cifre, il 2009 è stato un anno tipico per il St. Peter’s Project. In totale 180 persone sono venute alle nostre sessioni del giovedì, dove sono stati serviti 1,850 pasti durante l’anno. Una media di 34 visitatori ha partecipato ad ogni sessione, leggermente inferiore a quella registrata nel 2008.
Padre Carmelo, insieme a Padre Riccardo, ha visitato ed è rimasto in contatto con più di 100 italiani nelle prigioni londinesi.
Nel corso dell’anno abbiamo distribuito circa £ 1,000 in donazioni per aiutare tante persone a sostenere spese relative a:

voli verso l’Italia per visitare la famiglia
abitazioni, traslochi e bollette domestiche
vestiario
spese legali
Organizzazione del “Progetto San Pietro” (“PSP”)
SPP è amministrato da una commissione di Trustees, diretta da Padre Carmelo, con Michael Coffey in funzione di manager del Progetto. Assieme a loro è presente un network di volontari. La responsabile dei nostri volontari è l’amatissima e sempre attiva Onorina De Cristofaro, che organizza i pasti del giovedì sera con altre signore della Parrocchia, e che dirige le donazioni dalla Chiesa stessa. Onorina è davvero il cuore pulsante del progetto.
Abbiamo anche la fortuna di essere appoggiati dall’ACLI (Associazione Cristiana Lavoratori Italiani), che si trova vicino alla Chiesa a Clerkenwell, dove Lucia Bugitti agisce nell’importante veste di punto di contatto e consulenza.
La contabilità del SPP è preparata e gestita da Giulio Teoli, supportato da Maria Ferri, segretaria della Chiesa di St. Peter’s.

I nostri coadiutori
Inevitabilmente, tutte queste attività costano del denaro. I costi interni amministrativi del PSP sono minimi, solamente pari ad una parte dei costi sostenuti dalla Parrocchia per gli uffici del Progetto e nessuna persona che lavora per il PSP è pagata. Ciò nonostante il pasto del giovedì sera, la sua organizzazione ed il cibo costano svariate migliaia di sterline all’anno.
Non riceviamo alcun fondo dal Governo Italiano e tutte le nostre spese sono sostenute dalla generosità e dal duro lavoro di singole persone e di piccole società italiane basate nella city. Come i nostri amici a Londra, abbiamo una rete di supporto in Italia denominata “Gli amici del Progetto di San Pietro” che raccolgoo fondi e riconoscimenti del nostro lavoro in Italia. Nel Regno Unito abbiamo la fortuna di avere il sentito appoggio dell’Ambasciatore Italiano e di altri privati cittadini che negli anni passati hanno organizzato a Londra validi e piacevoli eventi per la raccolta di fondi dedicati al nostro progetto.
I nostri ringraziamenti vanno a Davide Serra, di Algebris Partners che ha organizzato una serata per la raccolta di fondi all’ambasciata Italiana di Londra, serata che e’ stata un grande successo.

Ti piacerebbe conoscere di più? Ti piacerebbe aiutarci?

Diventare un Volontario
Molti membri del SPP sono giovani lavoratori italani che vivono a Londra per alcuni anni, a volte anche meno- così abbiamo sempre bisogno di volontari! Persone nuove portano idee nuove per sviluppare i nostri servizi, a volte siamo spronati a fare ciò che la natura e i bisogni della comunità italiana ci richiedono.

Donazioni al SPP
La sola cosa che non sarà mai abbastanza è, tuttavia, il supporto finanziario! Qualsiasi offerta tu possa fare sarà di estremo valore e profondamente apprezzata.

Make a donation

Corporate Sponsors
Siamo particolarmente interessati ad espandere il nostro gruppo di Corporate sponsors nel Regno Unito. Se la tua società fosse interessata a diventare un Corporate sponsor del St. Peter’s Project, saremo lieti di incontrarti e discutere in modo più dettagliato gli obbiettivi del progetto e la maniera di lavorare insieme.
Se qualcuna di queste possibilità ti interessasse, per favore contattaci.

Conti Finanziari
Guarda i piu recenti conti finanziari del St. Peter’s Project.

Conclusioni
Le frasi conclusive appartengono al Signore stesso, poiché le Sue parole sono state di ispirazione per Padre Carmelo e per quelli a lui vicini per oltre trent’anni

“Perché, io ho avuto fame e voi mi avete dato da mangiare, ho avuto sete e mi avete dato da bere; ero forestiero e mi avete ospitato nella vostra casa; ero nudo e mi avete dato i vestiti; ero malato e siete venuti a curarmi; ero in prigione e siete venuti a trovarmi.” (Matteo, 52, vv 35-36)